Il Tornese ” moneta “

Il più noto tornese coniato in Italia è il “tornese napoletano”. Fu una moneta di rame emessa dagli Aragona a Napoli alla metà del XV secolo e battuta fino al 1861.
Valeva 1/20 di carlino o 6 cavalli.
Il sistema completo era così articolato:
1 ducato = 5 tarì
1 tarì = 2 carlini
1 carlino = 10 grana
1 grano = 2 tornesi
1 tornese = 6 cavalli.
Il tornese di Carlo di Borbone (1734-1759) recava al rovescio le scritta “HILARITAS” su tre righe. La moneta da tre tornesi era chiamata anche “Publica” per la scritta “PVBLICA LÆTITIA” che recava al rovescio.
La moneta da tre tornesi di Ferdinando IV aveva invece la scritta “PVBLICA COMMODITAS”. Sulla moneta da un tornese era scritta l’indicazione del valore “TORNESE CAVALLI VI” su quattro righe. Furono coniate anche monete da 10, 8, e 5 tornesi, tutte di rame.
Durante la Repubblica Napolitana del 1799 furono coniate due monete da 6 e 4 tornesi. Entrambe recavano al diritto il fascio consolare sormontato dal berretto frigio.
La seconda monetazione di Ferdinando IV (1799-1805) presenta monete da 6 e 4 tornesi. Sulla moneta da un tornese c’era l’indicazione del valore in cavalli.
Durante i regni di Giuseppe Bonaparte (1806-1808) e di Gioacchino Murat (1808-1815) non furono emessi tornesi.
Con il ritorno al trono di Ferdinando e con la sua terza monetazione, quelle del 1815 e del 1816, furono coniate monete da “OTTO TORNESI” e da “CINQUE TORNESI”.
Con la quarta monetazione, emessa dopo il 1816, quando Ferdinando riunì i due regni e prese quindi il nome di Ferdinando I, furono emesse monete da dieci, otto, cinque e quattro tornesi.
La moneta da un tornese fu emessa solo nel 1817 ed era la moneta di minor valore coniata.
Francesco I (1825-1830) emise solo le monete da 10, 5, 2 tornese e quella da “TORNESE UNO”, mentre Ferdinando II (1830-1859) coniò quelle da 10, 5, 3, 2, 1 1/2 da 1 e da 1/2 tornese. Su tutte le monete il valore era espresso in lettere.
L’ultimo Borbone di Napoli, Francesco II (1859-1861), durante il breve regno, coniò monete da 10, 5 e 2 tornesi.
Fonte wikipedia

Lascia un commento

Verified by MonsterInsights